Wishlist
  • No products in the cart.
Back to top

Shop

A MORTE DO SUPER-HOMEM LA MORTE DI SUPERMAN versione brasile ediçao brasileira

45,00

1 disponibili

Descrizione

SICURAMENTE IL BRASILE OFFRE ATTRATTIVE MOLTO PIU’ GOLOSE, ALLETTANTI E SUCCULENTE (AD ESEMPIO IL LEGNAME PREGIATO CHE DA’ IL NOME A QUESTA SCONFINATA NAZIONE, OPPURE IL GUARANA’ RADICE AMAZZONICA ULTRAENERGETICA E BIBITA TIPICA NAZIONALE, O ANCORA L’ OTTIMO CAFFE’) MA PER GLI APPASSIONATI E COLLEZIONISTI DI SUPERMAN SI TRATTA UGUALMENTE DI UNA GUSTOSISSIMA PRELIBATEZZA :  LA VERSIONE ORIGINALE BRASILIANA IN LINGUA PORTOGHESE DEL CROSSOVER 

A MORTE DO SUPER-HOMEM

LA MORTE DI SUPERMAN

THE DEATH OF SUPERMAN


BASILARE ED EPOCALE STORIA IN 7 CAPITOLI , SENZA FISSA DIMORA E TRANSUMANTE TRA VARIE TESTATE DC , DOVE L’ UOMO D’ ACCIAIO VIENE BRUTALIZZATO E FATTO A LETTERALMENTE A PEZZI DA UN ENERGUMENO RODOMONTE E MANESCO DI NOME DOOMSDAY (CIOE’ APOCALISSE , O SE PREFERITE: GIORNO DEL GIUDIZIO !) CHE ALLA FINE DOPO AVEGLI DATO UNA SONORISSIMA RIPASSATA – AHIME’ – LO ACCOPPA ADDIRITTURA, DIMOSTRANDOSI ESAGERATAMENTE TRACOTANTE E PLATEALMENTE DRASTICO, IN FONDO BASTAVA ANCHE SOLO SPACCARGLI LA FACCIA, INSOMMA HA LUOGO UN CLAMOROSO E INOPINATO COLPO DI SCENA (QUASI ANCORA) SENZA PRECEDENTI , AHI AHI AHI SIGNORA LONGARI, LA PIU’ MACABRA DELLE LUGUBRI SORPRESE, IL LUTTUOSO RIBALTONE CHE NESSUNO SI ASPETTAVA, TRA GLI STRILLI, LE LACRIME E LA DISPERAZIONE DELLA FOLLA ATTONITA E INCREDULA. VA PRECISATO CHE POI SUPERMAN , COME CRISTO, RISORGERA’, ALCUNE STORIE E ALCUNI ALBI DOPO, NON SO O NON MI RICORDO COME, MA E’ COSI’, VISTO CHE IL PERSONAGGIO E’ TUTTORA IN PRODUZIONE, PERO’ A SUO TEMPO FU UNA BELLA BOTTA, CHE HA TRATTO IN FEROCE INGANNO E GETTATO IN CUPA DEPRESSIONE MILIONI DI LETTORI IN TUTTO IL MONDO, A MOMENTI CI CREDEVO ANCH’IO, POI HO RAGIONATO E MI SONO DETTO : – “E VIA, VALA’ CHE SONO TUTTE PALLE, NON E’ VERO, NON PUO’ ESSERE VERO, OPPURE GLI AUTORI TROVERANNO PRESTO UN ABILE ESCAMOTAGE PER RIMETTERLO PRONTAMENTE AL MONDO A SAETTARE E SPRINTARE SUI CIELI DI METROPOLIS E DI TUTTA L’ AMERICA, SUPERMAN NON PUO’ CERTO MORIRE PER DAVVERO, PERCHE’ E’ SOLO UN EROE DEI FUMETTI, NON E’ MICA UN PERSONAGGIO REALE CHE ESISTE VERAMENTE COME BABBO NATALE, HARRY POTTER, CAPPUCCETTO ROSSO O LA BEFANA”,

IL FORMATO DI QUESTA INCONVENZIONALE EDIZIONE TUPINIQUIM E’ INSOLITAMENTE PICCINO: APPENA  cm. 13,5×18,9

EDITORA ABRIL JOVEM , SAO PAULO, BRASIL, 1993, PRIMA EDIZIONE INTEGRALE BRASILIANA

ALBO BROSSURATO TUTTO A COLORI , 160 PAGINE + COPERTINA

le 7 storie all’ interno :

0. DOOMSDAY PART 1 (preambolo estratto dalle ultime 7 pagine di SUPERMAN MAN OF STEEL  vol. 1 # 18  12/1992)
1. a liga da justiça – SALDOS DA DERROTA / down for the count ( da Justice League America vol. 1 # 69  12/1992)
2. massacre – CONTAGEM REGRESSIVA PARA O APOCALYPSE / countdown to doomsday ! (da Superman vol. 2  # 74  12/1992)
3. máxima intervém – SOB FOGO CERRADO / under fire ( da Adventures of Superman vol. 1  # 497  12/1992)
4. rumo a Metrópolis – …APOCALYPSE ESTA’ CHEGANDO ! / Doomsday is near !  (da Action Comics vol. 1  # 684  12/1992)
5. campo de batalha – O DIA DO APOCALYPSE / Doomsday is here ! ( da Superman Man of Steel vol. 1  # 19  01/1993 )
6. o dia em que o super-homem morreu ! – APOCALYPSE ! / Doomsday ! ( da Superman vol. 2 # 75   01/1993 )

 AUTORI: DAN JURGENS , LOUISE SIMONSON , JON BOGDANOVE , DENNIS JANKE, RICK BURCHETT, BRETT BREEDING, JERRY ORDWAY, TOM GRUMMETT, DOUG HAZLEWOOD, ROGER STERN, JACKSON GUICE, DENIS RODIER

CONDIZIONI BUONISSIME

Storyline

Doomsday

Superman dies in Lois Lane‘s arms.

On the last page of several comics prior to Superman: The Man of
Steel
#18, a gloved fist is shown punching a steel wall, accompanied
by the caption: “Doomsday is coming!” In that issue, Superman fights
the Underworlders while a hulking figure in a green suit rampages
through a pastoral field. This marks the first of seven issues in the
“Death of Superman” story proper, which would continue through all four
of the Superman books at that time, and one issue of Justice League America,
before culminating in Superman (vol. 2) #75.

The Justice League (Guy Gardner, Blue
Beetle
, Booster Gold, Maxima, Fire, Ice, and Bloodwynd) responds to a call from a smashed
big-rig outside of Bucyrus, Ohio, and follows the trail of
destruction which leads them to a confrontation with the mysterious
creature.
It systematically takes the team apart, finishing by punching Booster
Gold into the stratosphere. Booster Gold is caught in mid-air
by Superman, and declares “It’s like Doomsday
is here”, thus providing the monster with a name.

The Man of Steel arrives on the scene, having cut short a television
interview with Cat Grant in Justice League America #69. He
and the able-bodied League members follow the threat to the home of a
single mother and her two children, where their battle with “Doomsday” destroys the house. The League
attacks Doomsday with all their energy-projection powers; the only
discernible effect is that much of his bodysuit is blasted or burned
off. Doomsday again defeats the League, causes the house to explode into
flames, and then leaps away. Superman follows, after saving the small
family. Superman throws Doomsday into the bottom of a lake. After
Doomsday escapes from the silty lake bed, he and Superman tear up a city
street. Maxima then reenters the fray. Lois
Lane
and Jimmy Olsen are sent to cover the battle for
television, while Lex Luthor II dissuades Supergirl from joining the fight. The
fight continues at a gas station, where Maxima rips a light post from
the ground; the sparks from the wiring ignite the leaking gasoline and
the station is destroyed in a huge explosion. Guardian arrives after Doomsday leaves,
finding Superman and Maxima, and offers his aid.

Superman then follows Doomsday’s trail of destruction, waiting for an
opportunity to attack. With the monster’s rampage drawing closer, Lex
Jr. convinces Supergirl that she’s needed in Metropolis while Superman is fighting
elsewhere. While demolishing an appliance store, Doomsday sees a TV
commercial for a wrestling show being held in Metropolis, and after
seeing a road sign for Metropolis, heads in that direction. Superman
engages him and throws him in the opposite direction, where he lands on
the mountain housing Project Cadmus. They brawl throughout Habitat, a living
forest connected to Cadmus, bringing most of it down. When the superhero
Guardian arrives, Doomsday knocks him down and leaps toward Metropolis.

Doomsday is driven below ground, where he ruptures gas and electrical
mains, leveling Newtown, a large section of Metropolis. Supergirl goes
to Superman’s aid, but a single punch from Doomsday knocks her to the
ground, her form destabilized. Professor Emil Hamilton and Bibbo Bibbowski, Superman’s allies fire a laser cannon at
Doomsday, but it does not harm him. The local police open fire on
Doomsday, but again, he is not harmed. Superman returns to the fight.

Superman and Doomsday lay into each other with everything they have.
They strike each other so hard that the shockwaves from their punches
shatter windows. At the struggle’s culminating moment, each fighter
lands a massive blow upon his opponent. The two titans collapse and
moments later, in the arms of a frantic Lois Lane, Superman succumbs to
his wounds and seemingly dies.
Jimmy, Ice, and Bloodwynd are also present at the end.

The climactic event happened in Superman (vol. 2) #75. The
issue only contains 22 panels, and every page was a single panel, which
was a structure building on the previous issues – Adventures of
Superman
#497 was done entirely with four-panel pages, Action
Comics
#684 with three, and Superman: The Man of Steel #19
with two. The entire story was immediately collected into a trade paperback and titled The Death of
Superman
.

– ” Poverino Superman, era così una brava persona…” 


LA MORTE DI SUPERMAN

E’ ovvio che dopo la partenza di Byrne i titoli di Superman non
fossero più in grado di vendere come ai tempi del rilancio, sebbene la
qualità fosse sempre su livelli più che apprezzabili. Soprattutto
all’inizio degli anni ’90 – l’epoca dei disegnatori superstar e dei
fumetti Image – un personaggio come Superman sembrava avere grossi
problemi a rimanere a galla, anche a causa della politica editoriale
della DC, contraria per anni e anni a far apparire grossi nomi sulle
testate dei suoi due big (Superman e Batman). Fu allora che la DC
decise di tentare il colpaccio progettando l’evento più shoccante mai
visto prima: la morte dell’Uomo d’Acciaio.
Dopo mesi di lavoro, pianificazioni e anticipazioni, Superman cadde
sopraffatto dal potente Doomsday dopo una dura lotta in SUPERMAN
Vol. II 75 (1992) e sembrò davvero essere scomparso definitivamente.

Ovviamente si trattava solo di una mossa di marketing, che
riuscì però a risollevare le sorti delle testate dell’Uomo del Domani e
soprattutto a far parlare di sé: giornali e TG riportarono la notizia
del decesso del primo supereroe tornando a parlare di fumetti per la
prima volta da anni, e SUPERMAN 75 fu ristampato più volte. Ma
nel frattempo, cosa succedeva a Metropolis? Morto Superman, personaggi
come Supergirl e il vigilante Gangbuster non riuscivano ad arginare
l’ondata di criminalità scatenatasi nella Grande Albicocca. Ben ben
presto gli abitanti della Città del Domani videro volare sopra la loro
teste addirittura quattro nuovi Superman, tutti sostenenti di essere
l’originale.
Per alcuni mesi, durante la successiva saga Il regno dei Supermen! (SUPERMAN
Vol. II 78/82, ADVENTURES OF SUPERMAN 501/504, 22/26 e ACTION COMICS 687/691, 1993), il cui titolo
era un chiaro omaggio al famoso racconto di Siegel e Shuster del 1933,
Superboy, Acciaio, l’Ultimo Figlio di Krypton e il Cyborg cercarono di
prendere il posto del vero Kal-El, ma, come era prevedibile, nessuno di
loro era il vero Azzurrone, che presto avrebbe rimesso a posto le cose.
Superboy (un clone più giovane di Supes creato dagli scienziati del
Progetto Cadmus) e Acciaio (un uomo armato con una corazza ad alta
tecnologia precedentemente aiutato da Superman) erano animati da buone
intenzioni, mentre il Cyborg voleva semplicemente rovinare il buon nome
dell’uomo d’acciaio, insieme a Mongul, sovrano di Mondoguerra.
Il Cyborg era in realtà Hank Henshaw, vecchio avversario di
Superman desideroso di vendetta, che voleva trasformare la Terra in un
nuovo Mondoguerra distruggendo Coast City (la città di Lanterna Verde) e
Metropolis, per sostituirle, poi, con due enormi motori che avrebbero
spostato la Terra fuori dalla sua orbita.
Purtroppo la prima parte del suo piano riuscì, e la città del
Crociato di Smeraldo fu atomizzata con tutti i suoi abitanti. Questo
avrebbe portato alla pazzia dell’eroe e al crossover Ora zero
(1994), al quale naturalmente avrebbe partecipato anche Superman.
L’Ultimo Figlio di Krypton era invece l’Eradicatore, un manufatto
Kryptoniano creato dagli avi di Kal-El, programmato per mantenere vivo
lo stile di vita di Krypton.
Solitamente nemico dell’Uomo d’Acciaio, in quest’occasione l’Eradicatore
fu utilissimo riportando in vita l’eroe. Egli sfruttò l’energia solare
accumulata in oltre trent’anni di vita rimasta nel suo cadavere per
rianimarlo.
Sconfitti il Cyborg e Mongul in SUPERMAN Vol. II 82, le cose
tornarono in parte come prima, con Superman di nuovo in pista con tanto
di capelli lunghi e Superboy e Acciaio dotati di un albo mensile a testa
(SUPERBOY Vol. IV e STEEL Vol. II). In parte, ho detto,
perché dopo la morte e il ritorno di Superman l’Uomo d’Acciaio torno più
o meno quello di sempre, ma il modo di concepire le sue avventure
cambiò radicalmente.

SE IL LESSICO E’ AGONIZZANTE,
SALVIAMO IL MONDO DALLE TENEBRE CON LA LUCE DEL VOCABOLARIO E
CATECHIZZIAMOCI A VICENDA. 
SPRECATE ANCHE VOI GLI AGGETTIVI E I SOSTANTIVI INSIEME A NOI
: SONO TUTTI GRATIS E NON COSTANO NULLA,
SEMPRE REPERIBILI PRATICAMENTE OVUNQUE, ECOLOGICI E RICICLABILI, BUONI
PER QUALSIASI CLIMA E
STAGIONE, APPETITOSI E FACILMENTE DIGERIBILI, DISPONIBILI IN TUTTE LE
TAGLIE , MODELLI E COLORI.

MANDATELI IN REGALO AI VOSTRI AMICI E AI
VOSTRI PARENTI, DESTINATELI NELLA VOSTRA DICHIARAZIONE DEI REDDITI AL
POSTO DELL’ OTTO PER MILLE, POTETE ADOPERARLI ANCHE IN BAGNO INVECE
DELLA CARTA IGIENICA, USATELI PER FARE LA CARITA’ AI LAVAVETRI, AGLI
ZINGARI E AI BARBONI, ANCHE A VOSTRA MOGLIE/MARITO E ALLA VOSTRA
RAGAZZA/O PER SAN VALENTINO FATEGLIENE UN BEL MAZZO COSI’, SE QUALCHE
INFELICE COI NERVI ESAUSTI E LOGORI AL SEMAFORO VI SUONA IL CLACSON, VI
OFFENDE E VI MALEDICE AIUTATELO A RITROVARE IL GIUSTO EQUILIBRIO E LA
DIMENSIONE OTTIMALE DI REALTA’ ATTRAVERSO LA SCELTA E IL SUGGERIMENTO
DEGLI AGGETTIVI PIU’ GIUSTI, CONSONI ED APPROPRIATI . GARIBALDI E CAVOUR
HANNO FATTO L’ ITALIA, POI ALBERTO MANZI E GIANNI IPPOLITI HANNO FATTO
GLI ITALIANI INSEGNANDO LORO CON PAZIENZA A LEGGERE, SCRIVERE E FARE DI
CONTO, ADESSO CHE LA NOSTRA NAZIONE  E’ ORMAI (QUASI) DEL TUTTO
ALFABETIZZATA,
AGGETTIVIZZIAMOLA !!!


I
TEMPI IN CUI VIVIAMO SONO SEMPRE PIU’ DURI, E ANCHE SOPRAVVIVERE SU
EBAY STA DIVENTANDO OGNI GIORNO PIU’ DIFFICILE.  SE VOLETE CONTINUARE A
DELIZIARVI O INFURIARVI LEGGENDO E USUFRUENDO DELLE NOSTRE ATIPICHE ED
INCONVENZIONALI INSERZIONI, VISTO CHE NON COMPRATE MAI NULLA, AIUTATECI
ALMENO CON IL VOSTRO APPOGGIO E IL VOSTRO SOSTEGNO, PER UNA VOLTA
TANGIBILE E COMMENSURABILE. ACCETTIAMO OGNI FORMA DI CONTRIBUTO E
SOVVENZIONE, AL LIMITE ANCHE DANARO, MA VANNO BENE PURE PROSCIUTTI,
FORMAGGI, SIGARETTE, BUONI PASTO, BIGLIETTI DEL TRAM,  LIQUORI ,
POLLAME E ORTAGGI.




Informazioni aggiuntive

Titolo Serie

Genere

Lingua / Language / Idioma:

Dettagli sui cookie

Questo sito web utilizza i cookie

Utilizziamo i cookie per personalizzare contenuti ed annunci, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Condividiamo inoltre informazioni sul modo in cui utilizza il nostro sito con i nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che ha fornito loro o che hanno raccolto dal suo utilizzo dei loro servizi.

Tecnici Marketing Statistiche Preferenze Altro

Consenso fornito in data: id:

You don't have permission to register